CEMENTIFICI PETCOKE RIFIUTI DIOSSINE INQUINANTI TUMORI
Caricato da isolapulita. - I nuovi video di oggi.
NO ALL'USO DI COMBUSTIBILE CDR PER I CEMENTIFICI
"Per dire NO all'uso del CDR come combustibile nei cementifici basterebbe considerare che la legislazione USA obbliga i cementieri ad indicare sul contenitore se il cemento, in esso contenuto, deriva o no dallo smaltimento di rifiuti". Gli ambientalisti lanciano l'allarme, per un eventuale coinvolgimento dei cementifici dell'isola allo smaltimento di rifiuti, con un comunicato stampa congiunto di Decontaminazione Sicilia, AugustAmbiente, Isola Pulita, Rifiuti Zero Palermo, Rete Rifiuti Zero Messina. "Infatti il cemento, ottenuto con il co-incenerimento di CDR e combustibile fossile, - spiegano le associazioni - diventa pericoloso per la salute a causa dei rilasci dei manufatti con esso realizzati (vedasi il caso del cromo esavalente nel sangue dei lavoratori del tunnel della Manica). Inoltre i cementifici hanno limiti di concentrazioni di inquinanti, autorizzati allo scarico in atmosfera, superiori rispetto agli inceneritori pur avendo un flusso di emissioni maggiore. Alle Associazioni basta solo quanto sopra per dichiararsi assolutamente contrari ad ogni forma di co-incenerimento, anche temporaneo. Al posto della combustione del CDR si propongono i trattamenti a freddo, come TMB o la produzione di sabbia sintetica tipo Vedelago, realizzando così, senza inquinare e senza effetto serra, recupero di materia o non di energia. Dietro l'angolo - concludono le associazioni ambientaliste - ci sono i cementieri di Isola delle Femmine, Porto Empedocle, Ragusa, Catania e di Priolo, che aspettano l'autorizzazione del co-incenerimento del CDR; questo non lo permetteremo e ci opporremo con ogni mezzo democratico contro il tentativo di bruciare CDR nei cementifici". Il Combustibile Derivato dai Rifiuti (CDR) è un combustibile solido triturato secco ottenuto dal trattamento dei rifiuti solidi urbani, raccolto generalmente in blocchi cilindrici denominati ecoballe. Il CDR viene utilizzato per l'incenerimento in appositi impianti inceneritori, che essendo dotati di sistemi di recupero dell'energia prodotta dalla combustione producono elettricità o, assieme, elettricità e calore (cogenerazione). Il CDR può essere bruciato anche in forni industriali di diverso genere non specificamente progettati a questo scopo, come quelli dei cementifici, per i quali può essere un combustibile economicamente vantaggioso.Il 22 dicembre 2008 l'Italia è stata condannata dall'Unione europea, perché il CDR (anche il CDR-Q, la qualità migliore) va considerato non nuovo prodotto ma rifiuto, e deve quindi sottostare alle norme di sicurezza relative.



martedì 23 novembre 2010

INTERESSI OCCULTI dietro all'installazione del radar a Isola delle Femmine?




DOPO la grande Manifestazione di sabato a Isola delle Femmine con la quale Noi Cittadini con determinazione e convinzione abbiamo urlato Il Nostro NO all'installazione dell'antenna killer Proprio sul Territorio, il Giornale di Sicilia odierno (22 novembre 2010) SI chiede Quali Interessi occulti Noi CITTADINI manifestanti di Isola delle Femmine nascondiamo Dietro Il Nostro NO all'antenna killer del Presidente dell'ENAC Vito Riggio .



Noi Cittadini di Isola delle Femmine Gli  Interessi li abbiamo e non SONO affatto OCCULTI .



Gli Interessi  Che non SONO OCCULTI    accomunano TUTTI Noi Cittadini di Isola delle Femmine e Sono:



DIFESA DELLA SALUTE



DIFESA  SALVAGUARDIA PRESERVAZIONE E TUTELA delle nostre bellezze naturali e paesaggistiche 


DIRITTO E LIBERTA' A DECIDERE ED AUTODETERMINARCI sulla gestione del NOSTRO territorio


I cittadini di Isola delle Femmine hanno dichiarato la loro contrarietà ad un Traliccio alto 30 metri proprio all'ingresso del paese ed in una vasta area ad alta protezione ambientale (Riserva naturale Orientata, Area marina protetta Isola dellle Femmine-CapoGallo, la biaia del Corallo oltre ad altre  S.I.C. Z.P.S. di importanza Comunitaria).
I Cittadini di Isola delle Femmine sono risoluti ad urlare un grosso NO ad un'antenna che sprigiona una potenza massima di  250.000watt/kg

I Cittadini di Isola delle Femmine, di Capaci, di Villagrazia di Carini, di Carini di Sferracavallo non intendono rientrare nel cono di onde elettromagnetiche che si estenderanno per una distanza di 6,3 km.
I Cittadini di Isola delle Femmine sono consapevoli e terribilmente terrorizati dall'eccesso di rischio che è clamorosamente alto.

I Cittadini di Isola delle Femmine lanciano un NO deciso e determinato all'uso da parte dell' ENAV del sito della ex caserma NATO.

I cittadini di Isola delle Femmine chiedono che questa vasta area, che si estende su  una superfice di  457.593 m2, che insiste sul territorio diventi patrimonio dell'intera Comunità del  nostro comprensorio per adibirlo ad attività di ricerche e di studi legati al mare



Sarebbe proprio "Il caso del Che il Giornale di Sicilia informi i Cittadini di Isola delle Femmine Sugli  Interessi OCCULTI del "rappresentato Carrozzone" Dai Dirigenti dell'ENAV Luogo di stipendificio di clientel e di affari e di corruttele.

infatti:

... Da uomo legato al Sismi per LORENZO COLA NON E difficile entrare NEL Giro dei Grandi Appalti Pubblici Senza Gara iuris delle Nazioni Unite con il Consorzio e con la Società POI UNA SUA colomba formalmente pero non figura mai ma Arriva anche ad accaparrarsi i LAVORI Dentro Gli AEROPORTI .
Così funziona in Pratica: servono delle Nazioni Unite RADAR?
L 'ENAV lo Compra da UNA Controllata di FINMECCANICA, DOPO pero bisogna installarlo, Tutti d'Accordo: se ne occu LORENZO COLA, il Che frattempo ricordiamo NEL, di FINMECCANICA e diventato L'Uomo di Fiducia: Negli Ultimi Mesi 6 l 'ENAV ha affidato Lavori per 700 Milioni di euro:
Qualche Settimana fa la Procura di Roma ha Aperto Secondo un'indagine delle Nazioni Unite ex dipendente ENAV i Bilanci non sarebbero Proprio UNO Posto.
ENAV e la società a CUI lo Stato italiano demanda la Gestione del Traffico Aereo civile.
Dal dell'Economia Controllata interamente E 'Ministero e vigilata Dal Ministero delle Infrastrutture.
Scopriamo Che UNA Multa 2,004 Trs la acquisisce ONU Contratto da Alenia Marconi Systems e il Che tutt'oggi UNO e socio di Selex Sistemi Integrati (la SELEX E la stessa azienda appaltante per la installazione del radar di Isola), la Società di Finmeccanica guidata volo Dalla moglie di Guarguaglini, MARNI Grossi.
Buona Parte degli Appalti Relativi Alla Sicurezza negli Aeroporti e in cielo vengono Affidati dall'ENAV annuncio UNA Controllata di Finmeccanica, e il Che A sua Volta su-appalta ad Altre Aziende UNO Trattativa Privata.
Domanda Controllata Oggi SELEX SI Chiama ed e amministrata Dalla moglie del Capo, Marina Grossi.
Dall'estrema Destra all'estrema Sinistra Gli Amici degli Amici dei Politici stanno in ENAV.
Si Che dadi per entrare bisogna all'ENAV Essere Raccomandati comunque da qualcuno.
Tra il 2004 e il 2010 l'ENAV ha Fatto Investimenti per 1,7 miliardi di euro. L'80 per cento di "tutti" i Lavori SONO statico Affidati Senza Gara.
ENAV realizzerà UNO PUNTA RAISI UNA Nuova Torre di Controllo, nell'ambito delle Nazioni Unite di Più Vasto Progetto di ammodernamento infrastrutturale SIA Che Tecnologico.
La Particolare aerografia di PUNTA RAISI sul Mare, Vicino Alla montagna, in Condizioni metereologi Che PARTICOLARI GENERI delle movimentazioni di Massa Peculiarità.
CI SONO Tecnologie, ma il RADAR per il cambiamento di vento, il Brusco cambiamento del vento Sulle piste di Palermo, non SARÀ PRESTO Realizzato Tanto.
Nell'aeroporto di PUNTA RAISI i Lavori Partiti da SONO UNA Settimana Stata e SELEX E in Parte gia pagata.
MISTERI DELLA CONTABILITA '
Altro enigma e l'sottoscrizione di un'azienda Che SI occupazioni della Manutenzione delle Torri di Controllo e dei radar e il Che Oggi SI Chiama TECHNO SKY...........

I favori e Gli Appalti La Rete Degli Amici dall'Enac Alla Rai