CEMENTIFICI PETCOKE RIFIUTI DIOSSINE INQUINANTI TUMORI
Caricato da isolapulita. - I nuovi video di oggi.
NO ALL'USO DI COMBUSTIBILE CDR PER I CEMENTIFICI
"Per dire NO all'uso del CDR come combustibile nei cementifici basterebbe considerare che la legislazione USA obbliga i cementieri ad indicare sul contenitore se il cemento, in esso contenuto, deriva o no dallo smaltimento di rifiuti". Gli ambientalisti lanciano l'allarme, per un eventuale coinvolgimento dei cementifici dell'isola allo smaltimento di rifiuti, con un comunicato stampa congiunto di Decontaminazione Sicilia, AugustAmbiente, Isola Pulita, Rifiuti Zero Palermo, Rete Rifiuti Zero Messina. "Infatti il cemento, ottenuto con il co-incenerimento di CDR e combustibile fossile, - spiegano le associazioni - diventa pericoloso per la salute a causa dei rilasci dei manufatti con esso realizzati (vedasi il caso del cromo esavalente nel sangue dei lavoratori del tunnel della Manica). Inoltre i cementifici hanno limiti di concentrazioni di inquinanti, autorizzati allo scarico in atmosfera, superiori rispetto agli inceneritori pur avendo un flusso di emissioni maggiore. Alle Associazioni basta solo quanto sopra per dichiararsi assolutamente contrari ad ogni forma di co-incenerimento, anche temporaneo. Al posto della combustione del CDR si propongono i trattamenti a freddo, come TMB o la produzione di sabbia sintetica tipo Vedelago, realizzando così, senza inquinare e senza effetto serra, recupero di materia o non di energia. Dietro l'angolo - concludono le associazioni ambientaliste - ci sono i cementieri di Isola delle Femmine, Porto Empedocle, Ragusa, Catania e di Priolo, che aspettano l'autorizzazione del co-incenerimento del CDR; questo non lo permetteremo e ci opporremo con ogni mezzo democratico contro il tentativo di bruciare CDR nei cementifici". Il Combustibile Derivato dai Rifiuti (CDR) è un combustibile solido triturato secco ottenuto dal trattamento dei rifiuti solidi urbani, raccolto generalmente in blocchi cilindrici denominati ecoballe. Il CDR viene utilizzato per l'incenerimento in appositi impianti inceneritori, che essendo dotati di sistemi di recupero dell'energia prodotta dalla combustione producono elettricità o, assieme, elettricità e calore (cogenerazione). Il CDR può essere bruciato anche in forni industriali di diverso genere non specificamente progettati a questo scopo, come quelli dei cementifici, per i quali può essere un combustibile economicamente vantaggioso.Il 22 dicembre 2008 l'Italia è stata condannata dall'Unione europea, perché il CDR (anche il CDR-Q, la qualità migliore) va considerato non nuovo prodotto ma rifiuto, e deve quindi sottostare alle norme di sicurezza relative.



martedì 19 aprile 2011

Il linguaggio della MAFIA

Il linguaggio della MAFIA

"...SI Lui può fotografare perchè siamo a Isola delle Femmine, solo uscisse fuori dal paese per esempio Capaci o Carini lo troverebbero a pezzi in mezzo alla munnezza..."

E bravo il nostro vedovello! Con questo hai fatto 13!

Il Tuo messaggio è chiaro!

Ora Tu Puoi far parte della famigghia!


Mentre Noi amanti della legalità e riconoscenti a chi ci ha mostrato la strada per l'affermazione del diritto alla parola:

Siamo tutti qui a fare quello che abbiamo imparato da te. Tenere la testa alta. Perché tutti sappiano che non basta una vile pistola ad uccidere chi ha insegnato agli altri a vivere. E noi siamo tutti qui, tutti, perché tu ci hai spiegato cos’è il coraggio, cos’è il rifiuto di qualsiasi prevaricazione, cos’è la bellezza, l’amore, la vita. E tu sei la vita che non può morire mai. Quella che fa paura ai vigliacchi. Quella che rimane dentro e diventa lezione, tesoro, insegnamento. Per tutti. Eccoci, Maestro.

Grazie a te ora lo sappiamo, come si fa a vivere.


Al.Ta. s.r.l.,CECCHINO, Cucchiara, Ecospurgo,Vedovello,LEONCINO,Nipote,PALmuto, Pappagallo,Parco Urbano,PENNUTO ROSSO,Rubbino,Schwarzeneger,T.E.S.,Mafioso,Zio, Minacce

lunedì 11 aprile 2011

LA MEMORIA INFANGATA


LA MEMORIA INFANGATA

Signor Sindaco! Si rende
Conto, siamo in
Via Generale
Carlo Alberto Della Chiesa!
No mi sembra proprio la maniera
Migliore di Ricordarlo!
Ma soprattutto è un
Cattivo esempio
Che diamo ai nostri figli!


Questo è il Rispetto
Che portate per dei  Servitori
dello Stato?

Ok la crisi, ma vi
sono delle priorità
di fronte a cui
non si può tergiversare!

Proprio Lei Signor
Sindaco che si vanta di essere
Stato accreditato
Ma da chi?
Forse da chi non conosce
Il Suo agire da Amministratore?

Isola delle Femmine 11 aprile 2011 ore 8,52

Il Comitato Cittadino Isola Pulita lancia un invito a tute le associazioni ambientaliste e di categoria, partiti politici e liberi Cittadini per la   formulazione di un ricorso alle Autorità Sanitarie  e giudiziarie, per grave il  danno alla salute pubblica procurato dalla spazzatura in completa putrefazione  e che ormai invade l'intero paese inoltre ancor più pregiudizievole per la salute umana  il propagarsi dei  roghi di immondizia  che da qualche giorno viene bruciata nelle varie zone del Paese di Isola delle Femmine.
Le condizioni insalubri e pericolose sono definite nel Testo Unico delle Leggi Sanitarie (RD n 1265/34) e si riferiscono a tutti i vapori, gas o altre esalazioni insalubri che possono riuscire in altro modo pericolose alla salute degli abitanti".
I rischi ambientali e i rischi sanitari si legano assieme per la salvaguardia della salute e riguardano tutto ciò che sta modificando la situazione socio-ambientale del territorio, ovvero che possono dar luogo ad occasioni di pericolo per l'igiene e la salute pubblica.
Nell’aria ,  si stanno accumulando fenomeni di inquinamento tanto gravi da causare ingenti danni alla salute dei cittadini con il grave rischio di un aumento della incidenza di tumori polmonari, tiroidei, forme asmatiche e di altre malattie respiratorie, anche mortali. Alcuni segnali ci giungono dall'aumento esponenziale della vendita di prodotti farmaceutici legate alle suddette patologie.



C'è da chiedersi:
C'E' UN RESPONSABILE DI QUESTO
DISASTRO?


La Corte Costituzionale ha dichiarato
Comunque che, in tema di lesione
Della salute umana è possibile il
ricorso all’art.2043 del Codice Civile
sia sotto forma della reintegrazione
 del patrimonio del danneggiato, sia
sotto forma della prevenzione
dell’illecito come dalla sentenza
del 30 dicembre 1987 n. 641

C'è da chiedersi:
se vi è coscienza dei gravissimi rischi
sanitari a cui noi TUTTI Cittadini
siamo esposti?

Sotto accusa il Sindaco di Napoli
accusata di epidemia colposa e
abuso d'ufficio per avere
consentito la permanenza
di cumuli di rifiuti in strada

Invece a Isola delle Femmine
si perseguita si minaccia si accusa
di essere mafioso
chi esercita il libero diritto
di informazione

Mi chiedo se l'ordinanza
n° 34 del 23 luglio 2009
è stata effettivamente
inviata al Comando della Polizia
Municipale!

Mi chiedo se il Sindaco quando firma
una ordinanza si accerta
che venga effettivamente
rispettata!


Sindaco! Lei con l'ordinanza
n 34 del luglio 2009 in base a quali
ragionamenti parla di una %
raccolta di fferenziata per il 2009
del 50%?



C'è da chiedersi Signor Sindaco
se Lei legge quello che firma!

Allora è vero quello che ha detto
l'onorevole Apprendi:
"i veri responsabili del fallimento degli
ATO sono i Sindaci"

Non è forse giunta
l'ora di essere un attimino
più umile e fare in modo di rendersi
più credibile nel Suo operato?

Capisco! Lei è troppo occupato
a scovare   perseguitare e ...
tutti quelli che Lei considera
NEMICI!
da mettere a TACERE!
come?........


Quali sono i controlli e i servizi
per il rispetto dell'ordinanza?
Tranquilli siamo vicino
alla stazione della
Polizia Municipale

Aggiungi didascalia

Sindaco! No! la munneza che vede
Non è solo quella di ieri, nemmeno
Quella  della settimana scorsa
e neanche quella scorso anno,
come non è la stessa immondizia
che la ditta Zuccarello stoccava nell’area
della SICAR.
Area SICAR che LEI dichiarava
essere detenuta a titolo
gratuito dal Comune di Isola.
E’ pur vero che l’atto ispettivo
del 4 agosto del 2006 recita:
“…avente come oggetto l’area industriale
“ex SICAR” a seguito di un incendio occorso
In data 30.08.04, il primo cittadino
abbia risposto omettendo la verità
sugli episodi accaduti…”
Lo so è inutile riportarLe
Cose sapute e risapute
da Lei e da chi?
Volevo solo dire che in fatto di gestione
Di rifiuti sia da Assessore che da Sindaco
Ne avrebbe di cose da raccontare!

Sindaco! Ha lettoi giornali, se li legge,
dei  P.M. che hanno
Richiesto il rinvio a giudizio
Per il Sindaco di Napoli  ed il
governatore della Campania
accusati di epidemia colposa e
abuso d’ufficio per avere consentito
la permanenza di cumuli
di rifiuti in strada.
Va Bene! Lei mi dirà
“A Napoli! Qui siamo a
Isola delle Femmine”

Sono talmente gelosi
di questa immondizia che lo
squadrista ROSSO
aggredisce chi la
fotografa

 Bruciando i Rifiuti
diventano Speciali e quindi
devono per legge
essere trattati
diversamente


Sabato alle 11,30 sono
stato aggredito
e mi è stato impedito di fotografare
la munnezza

Diossine, diossine, diossine, diossine


il luogo preciso dove sono
stato aggredito
per non fotografare
questi cumuli di
immondizia

E' qui che mi è stata
strappata di mano la macchina 
fotografica 

Il luogo dell'aggressione
a chi voleva fotografare
lo scempio

Le macchine devono
fare coda

Il luogo dell'aggressione
a chi voleva fotografare
lo scempio

Area in attesa di edificazione


Di sicuro tra un pò passerà
la PRESIDENTESSA
delle Commissione Ambiente

Di sicuro tra un pò passerà
la PRESIDENTESSA
delle Commissione Ambiente

Via Kennedy una vi
molto discussa
non solo perchè è
un sito di una discarica
a cielo aperto

VERGOGNATEVI VERGOGNATEVI
VERGOGNATEVI VERGOGNATEVI

Sindaco! Ha lettoi giornali, se li legge,
dei  P.M. che hanno
Richiesto il rinvio a giudizio
Per il Sindaco di Napoli  ed il
governatore della Campania
accusati di epidemia colposa e
abuso d’ufficio per avere consentito
la permanenza di cumuli
di rifiuti in strada.
Va Bene! Lei mi dirà
“A Napoli! Qui siamo a
Isola delle Femmine”

A questo punto. Ci vorrebbe
un Berlusconi a Isola,
NO! NO! Per carità
ne abbiamo già uno
che lo scimiotta!
Allora ci vorrebbe un La Russa anche
a Isola.
NO! NO! Per carità
ne avevamo già uno che
con interrogazioni denunce urla
e inventive contro, Si è poi venduto
per qualche lavoricchio professionale.
Allora Scusatemi concediamoci
almeno un Gasparri è violento al punto giusto,
e poi disponibile a farsi mandare
in avanscoperta,
ma  fatemi il favore
ne abbiamo già uno
che ha dato prova di essere un bravissimo
“persecutore” “ingiuriatore”
“strappatore di macchine fotografiche”
“Kamikaze”, un personaggio senza scrupoli
Ad inviare messaggi mi minacce e di FOTO
verso chiunque
lo ostacoli nell’affermazione del
Suo esser………
C’è da dire che nel suo curricula
Di dice che in un giorno è riuscito
A “litigare, insultare, minacciare…”
Con ben TRE cittadini ed in momenti diversi.
E poi non è LUI che agli operai
Dell’ATO in sciopero dichiara:
“io non sarò mai al vostro fianco…”

Signor Sindaco!
A volte mi chiedo se Lei si rende conto
della differenza che vi è fra me  Lei e con me
Tutti i Cittadini onesti di Isola impegnati
Nel proprio dovere civico.
LEI sarà costretto a “dimettersi” dalla
Carica di SINDACO invece IO e con me
TUTTI i cittadini impegnati socialmente.
IO, NOI saremo sempre qui a lavorare
per l’affermazione di una
vera giustizia sociale,
per affermare dei VALORI CHE INTERESSANO
LA GENERALITA' DEI CITTADINI
e non soltanto
per interessi privati o di famiglia

Signor Sindaco certamente
avrà letto di quanti dipendenti
vengono licenziati
per scarso rendimento
Secondo Lei, di fronte
a questo scempio di munnezza di aria inquinata
di rumori
di puzze e di disordine
morale e civile.
CHI DOVREBBE ESSERE "LICENZIATO"
o se preferisce
DIMISSIONATO?

Signor Sindaco La risposta certamente
la troverà nelle persone
con cui Lei orgogliosamente dice
di accreditarsi!
per esempio: L'onorevole Pino Apprendi
oppure L'onorevole Sonia Alfano
oppure nel PD non quello isolano
dove si è consumato il solito
colpo di stato!



IL PAESE IN VENDITA




SPERIAMO SEMPRE CHE IL NOSTRO
Schwarzeneger RECANDOSI
AL LAVORO SI RENDA CONTO!
Lo conosciamo  come salutista


ormai le macchine fanno
fatica a percorrere la
via libertà
a causa di munezza in putrefazione
che ha invaso
la strada

ANCHE QUI ABBIAMO RIFIUTI SPECIALI
CHE VANNO TRATTATI DIVERSAMENTE


SIAMO IN VIA LIBERTA' 40
A POCHI PASSI DAL SUPEERMERCATO
E DAL LOCALE PRESIDIO SANITARIO

SENSO UNICO ALTERNATO!

PRECHE' 2 MACCHINE NON RIESCONO
A PASSARE CONTEMPORANEMENTE

COME è FACILMENTE DIMOSTRABILE

PASSO PRIMA IO  
E POI...


ED ORA PASSO IO  
DOPO DI TE

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
PROVINCIA DI PALERMO
SANATORIA EDILIZIA – ABUSIVISMO - CONTROLLO DEL TERRITORIO
* * * * *
ORDINANZA N°75 del Registro Ordinanze
DEL 19 Novembre 2009
OGGETTO: ORDINANZA DI RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI a carico di:
Callea Maria Grazia, nata Mazara del Vallo il 11/09/58 e residente a Isola delle Femmine in via M. L. King n°2.
IL RESPONSABILE DEL III SETTORE
Visto il verbale di sopralluogo protocollo n°17617 del 11/11/09, redatto da questo U.T.C. congiuntamente alla locale stazione dei Carabinieri, a carico di Callea Maria Grazia, nata a Mazara del Vallo il 11/09/58 e residente a Isola delle Femmine in via M. L. King n°2, nella qualità comproprietaria di villino realizzato con Concessione Edilizia n°17/92 del 09/09/92;
Rilevato che gli abusi consistono in:
-istallazione di una cucina componibile in legno in un vano posto al piano seminterrato del villino unifamiliare sito in questa via M.L.King n°2 ; rilevato che, alla luce di quanto su esposto si ravvisa la violazione della vigente legge urbanistica di cui all’articolo n°10 della Legge 37/85;
Visto il vigente strumento urbanistico ed il regolamento edilizio;
Vista la Legge Regionale del 10/08/85 n°37;
Vista la Legge del 28/02/85 n°47;
Vista la Legge Regionale del 16/04/03 n°4;
ORDINA
A Callea Maria Grazia nata a Mazara del Vallo il 11/09/58 e residente a Isola delle Femmine in via M.L.King n°2 LA RIMESSA IN PRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI a propria cura e spese di quanto istallato in difformità alla Concessione Edilizia 17/92 del 09/09/92, entro il termine perentorio di giorni NOVANTA dalla notifica del presente provvedimento, con l’avvertenza che, in difetto, si procederà all’applicazione delle disposizioni e delle sanzioni previste dalla Legge 47/85 e Legge Regionale 37/85 e successive modifiche e integrazioni.
DISPONE
Che copia del presente provvedimento venga notificata all'interessato e comunicata alla Procura della Repubblica presso la Pretura circondariale di Palermo, al Servizio di Igiene Pubblica, all’Ufficio Distrettuale delle Imposte Dirette, all’Ufficio del Genio civile, alla Soprintendenza BB.CC.AA., al Segretario Comunale, al Comando Stazione Carabinieri di Isola delle Femmine, al Comando di Polizia Municipale, al Messo Notificatore del Comune di Isola delle Femmine. Gli Agenti di P.M. sono incaricati della vigilanza e dell’esecuzione della presente ordinanza. Il presente provvedimento può essere impugnato, ai sensi della legge 06.12.1971 n°1034, avanti al Tribunale Amministrativo Regionale, entro SESSANTA giorni dalla data di notificazione dello stesso.
Il Responsabile del 3° Servizio
Arch. Giovanni Albert
Responsabile del III Settore
Arch. Sandro D’Arpa

ORDINANZA DELL'UTC - Ripristino dello stato dei luoghi a carico di: CALLEA MARIA GRAZIA
Atto numero 75  del 19-11-2009
Tipo di Atto: ORDINANZE
Allegato: ORDINANZA N. 75.pdf (53 kb) File con estensione pdf


SANATORIA EDILIZIA – ABUSIVISMO - CONTROLLO DEL TERRITORIO
* * * * *
ORDINANZA N°62 delle Registro Ordinanze
DEL 21 Ottobre 2009
OGGETTO: ORDINANZA DI RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI a carico
di: Crivello Vincenzo, nato a Isola delle Femmine 09/08/45 e ivi residente in via Cavour n°32.


IL RESPONSABILE DEL III SETTORE

Visto il verbale di sopralluogo protocollo n°15263 del 06/10/09, redatto da questo U.T.C. congiuntamente alla Polizia Municipale e alla locale stazione dei Carabinieri, a carico di Crivello Vincenzo, nato a Isola delle Femmine il 09/08/45 e ivi residente in via Cavour n°32, nella qualità di proprietario del lastrico solaio dell’immobile a tre elevazioni fuori terra oltre un parziale piano seminterrato realizzato con Concessione Edilizia 12/92, lastrico solaio censito in catasto al foglio di mappa n°2, particella n°426, subalterni17e18;

Rilevato che l’abuso consiste in:
-realizzazione sul lastrico solaio di un manufatto in elementi prefabbricati con copertura a spiovente in materiale ligneo e tegole e chiusura delle pareti laterali con pannelli di legno e vetro;

rilevato che le opere risultano realizzate in:
-area sottoposta a vicolo paesaggistico di cui alla Legge del 29/06/39 n°1497 e successive modifiche e integrazioni;
-area sottoposta a vincolo sismico di cui alla Legge del 02/02/74 n°64 e successive modifiche e integrazioni; rilevato che, alla luce di quanto su esposto si ravvisa la violazione della vigente legge urbanistica di cui all’articolo n°7 della Legge 47/85;
Visto il vigente strumento urbanistico ed il regolamento edilizio;
Visto il disposto di cui agli articoli n°2 e n°3 della Legge Regionale 37/85;
Visto il disposto degli articoli n°7 e n°10 della Legge 47/85;
Vista la Legge Regionale 04/2003;
Vista la Legge 64/74 e successive modifiche e integrazioni;
Vista la Legge 1497/39 e successive modifiche ed integrazioni;

ORDINA
A Crivello Vincenzo nato a Isola delle Femmine il 09/08/45 e ivi residente in via Cavour n°32 LA RIMESSA IN PRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI a propria
cura e spese di quanto realizzato in assenza di Concessione Edilizia sul lastrico solaio entro il termine perentorio di giorni NOVANTA dalla notifica del presente provvedimento, con l’avvertenza che, in difetto, si procederà all’applicazione delle disposizioni e delle sanzioni previste dalla Legge 47/85
e Legge Regionale 37/85 e successive modifiche e integrazioni.
DISPONE
Che copia del presente provvedimento venga notificata all'interessato e comunicata alla Procura della Repubblica presso la Pretura circondariale di Palermo, al Servizio di Igiene Pubblica, all’Ufficio Distrettuale delle Imposte Dirette, all’Ufficio del Genio civile, alla Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientale di Palermo, al Segretario Comunale, al Comando Stazione Carabinieri di Isola delle Femmine, al Comando di Polizia Municipale, al Messo Notificatore del Comune di Isola delle Femmine. Gli Agenti di P.M. sono incaricati della vigilanza e dell’esecuzione della presente ordinanza. Il presente provvedimento può essere impugnato, ai sensi della legge 06.12.1971 n°1034, avanti al Tribunale Amministrativo Regionale, entro SESSANTA giorni dalla data di notificazione dello stesso.
Il Responsabile del 3°Servizio
Arch. Giovanni Albert
Responsabile del III Settore UTC
Arch. Sandro D’Arpa



ORDINANZA DELL'UTC - Ripristino dello stato dei luoghi a carico di CRIVELLO VINCENZO.
Atto numero 62
del 21-10-2009
Tipo di Atto: ORDINANZE
Allegato: Ordinanza n.62.pdf (54 kb) File con estensione pdf

Cecchino,Pennuto Rosso, Di Cristina,Leoncino,Italcementi,ISOLA DELLE FEMMINE, Licenza Edilizia illegittima,Pappagallo,PALmuto,Schwarzeneger, Parco Urbano,Viale della Torre,Zio,Nipote,


COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE

PROVINCIA DI PALERMO