CEMENTIFICI PETCOKE RIFIUTI DIOSSINE INQUINANTI TUMORI
Caricato da isolapulita. - I nuovi video di oggi.
NO ALL'USO DI COMBUSTIBILE CDR PER I CEMENTIFICI
"Per dire NO all'uso del CDR come combustibile nei cementifici basterebbe considerare che la legislazione USA obbliga i cementieri ad indicare sul contenitore se il cemento, in esso contenuto, deriva o no dallo smaltimento di rifiuti". Gli ambientalisti lanciano l'allarme, per un eventuale coinvolgimento dei cementifici dell'isola allo smaltimento di rifiuti, con un comunicato stampa congiunto di Decontaminazione Sicilia, AugustAmbiente, Isola Pulita, Rifiuti Zero Palermo, Rete Rifiuti Zero Messina. "Infatti il cemento, ottenuto con il co-incenerimento di CDR e combustibile fossile, - spiegano le associazioni - diventa pericoloso per la salute a causa dei rilasci dei manufatti con esso realizzati (vedasi il caso del cromo esavalente nel sangue dei lavoratori del tunnel della Manica). Inoltre i cementifici hanno limiti di concentrazioni di inquinanti, autorizzati allo scarico in atmosfera, superiori rispetto agli inceneritori pur avendo un flusso di emissioni maggiore. Alle Associazioni basta solo quanto sopra per dichiararsi assolutamente contrari ad ogni forma di co-incenerimento, anche temporaneo. Al posto della combustione del CDR si propongono i trattamenti a freddo, come TMB o la produzione di sabbia sintetica tipo Vedelago, realizzando così, senza inquinare e senza effetto serra, recupero di materia o non di energia. Dietro l'angolo - concludono le associazioni ambientaliste - ci sono i cementieri di Isola delle Femmine, Porto Empedocle, Ragusa, Catania e di Priolo, che aspettano l'autorizzazione del co-incenerimento del CDR; questo non lo permetteremo e ci opporremo con ogni mezzo democratico contro il tentativo di bruciare CDR nei cementifici". Il Combustibile Derivato dai Rifiuti (CDR) è un combustibile solido triturato secco ottenuto dal trattamento dei rifiuti solidi urbani, raccolto generalmente in blocchi cilindrici denominati ecoballe. Il CDR viene utilizzato per l'incenerimento in appositi impianti inceneritori, che essendo dotati di sistemi di recupero dell'energia prodotta dalla combustione producono elettricità o, assieme, elettricità e calore (cogenerazione). Il CDR può essere bruciato anche in forni industriali di diverso genere non specificamente progettati a questo scopo, come quelli dei cementifici, per i quali può essere un combustibile economicamente vantaggioso.Il 22 dicembre 2008 l'Italia è stata condannata dall'Unione europea, perché il CDR (anche il CDR-Q, la qualità migliore) va considerato non nuovo prodotto ma rifiuto, e deve quindi sottostare alle norme di sicurezza relative.



domenica 23 ottobre 2011

18 ottobre Isola delle Femmine Emergenza Rifiuti


. “L’aumento – precisa il commissario liquidatore – è quasi fisiologico per ottemperare ai maggiori costi sostenuti per il conferimento in discarica, per il nolo dei mezzi e per gli adeguamenti contrattuali del personale. Credo che i 24 milioni di euro ci garantiscano la regolare gestione”. I primi cittadini si aspettano il miglioramento del servizio, in particolare la ripresa della raccolta differenziata che oramai non è più praticata nel territorio da oltre 2 anni: “Ci stiamo lavorando” assicura Geraci.


Dal primo ottobre i rifiuti dei 12 comuni dell’Ato Palermo 1, che vanno da Isola delle Femmine a Balestrate, saranno conferiti nella discarica del comune di Siculiana, in provincia di Agrigento. Ne da notizia il commissario liquidatore della Servizi Comunali Integrati Antonio Geraci, che questa mattina ha convocato i sindaci soci dell’ambito per illustrare la novità. Fino ad oggi, i rifiuti venivano conferiti nella discarica di Bellolampo, ma a breve l’impianto a pochi chilometri di Palermo non sarà più operativo per difficoltà tecniche. “L’utilizzo degli impianti di Siculiana ....


Ato Palermo 1. Nuova emergenza rifiuti, si fermano i mezzi esterni

L'Agest lamenta il mancato pagamento di diverse fatture

Ripiombano nell'emergenza rifiuti i 12 Comuni serviti dall'Ato Palermo 1, compresi nella fascia tra Balestrate e Isola delle Femmine. L'Agesp, la ditta che garantisce i mezzi esterni alla società d'ambito, ha deciso da questa mattina di fermarsi. Sono in tutto 14 gli autocompattatori che l'Agesp mette a disposizione: si tratta della quasi totalità do quelli che trasportano i rifiuti dai 12 Comuni dell'ambito sino alla discarica di Siculiana, in provincia di Agrigento, dove dallo scorso 1 ottobre è stato autorizzato a scaricare l'Ato. A causa dell'enorme distanza e del parco mezzi di proprietà obsoleto la società d'ambito ha dovuto fare ricorso necessariamente ai mezzi a nolo. Pochissimi quindi i mezzi che sono riusciti a raggiungere Siculiana: “Sono state prelevate quantità minime di rifiuti – segnala il sindaco di Isola delle femmine, Gaspare Portobello -, per il resto siamo immersi dall'immondizia. Si preannuncia l'ennesima emergenza, un calvario senza fine che da tempo ci affligge”. A confermare la situazione il commissario liquidatore dell'Ato, Antonio Geraci: “Purtroppo l'Agesp ci aveva già inoltrato delle diffide al pagamento di diverse fatture arretrate. Ci hanno chiesto il pagamento ma il problema è che in cassa ci sono pochi spiccioli e non possiamo corrispondere i pagamenti, nemmeno delle anticipazioni”.
La meno nuova discarica rifiuti di Via Falcone
Di fronte alla scuola meterna La Girandola
a 30  metri dalla scuola media
a 80 metri dalla nuova scuola materna
a 60 metri dal supermercato Ai.Rom
a 45 metri dallo ambulatorio
PEDIATRICO
La meno nuova discarica rifiuti di Via Falcone
Di fronte alla scuola meterna La Girandola
a 30  metri dalla scuola media
a 80 metri dalla nuova scuola materna
a 60 metri dal supermercato Ai.Rom
a 45 metri dallo ambulatorio
PEDIATRICO
Discarica di rifiuti Via Kennedy con vista mare all0
imbocco autostrada, ed nei pressi
dell'abitazione del Presidente Commissione
Consiliare Ambiente
Discarica di rifiuti Via Kennedy con vista mare all0
imbocco autostrada, ed nei pressi
dell'abitazione del Presidente Commissione
Consiliare Ambiente
L'ormai collaudata discarica di rifiuti di
via Kennedy accanto alle nuove costruzioni di civili
abitazioni, Vista mare
L'ormai collaudata discarica di rifiuti di
via Kennedy accanto alle nuove costruzioni di civili
abitazioni, Vista mare
L'ormai collaudata discarica di rifiuti di
via Kennedy accanto alle nuove costruzioni di civili
abitazioni, alla lottizzazione
Lo Bianco
Discarica di rifiuti Via Kennedy con vista mare all0
imbocco autostrada, ed nei pressi
dell'abitazione del Presidente Commissione
Consiliare Ambiente
L'ormai collaudata discarica di rifiuti di
via Kennedy accanto alle nuove costruzioni di civili
abitazioni
Discarica di rifiuti Via Kennedy con vista mare all0
imbocco autostrada, ed nei pressi
dell'abitazione del Presidente Commissione
Consiliare Ambiente
DISCARICA RIFIUTI VIA DELL'AGRICOLTURA
A POCHI METRI DALLA CALLIOPE
DOVE NELL'AGOSTO 2007
SONO SCOMPARSI I MAIORANA

DISCARICA RIFIUTI VIA DELL'AGRICOLTURA
A POCHI METRI DALLA CALLIOPE
DOVE NELL'AGOSTO 2007
SONO SCOMPARSI I MAIORANA
DISCARICA RIFIUTI VIA DELL'AGRICOLTURA
A POCHI METRI DALLA CALLIOPE
DOVE NELL'AGOSTO 2007
SONO SCOMPARSI I MAIORANA
FABBRICA DI MANGIMIFICIO
ORMAI IN DISUSO
AI CONFINI DELLA DISCARICA DEI RIFIUTI
E A POCHI METRI DI DISTANZA
DALLA CALLIOPE DOVE SONO SCOMPARSI
I MAIORANA
DISCARICA DI RIFIUTI ALLE PORTE
DEL SUPERMERCATO L'ISOLETTA
DISCARICA DI RIFIUTI ALLE PORTE
DEL SUPERMERCATO L'ISOLETTA
DISCARICA DI RIFIUTI ALLE PORTE
DEL SUPERMERCATO L'ISOLETTA

IL GATTO A GUARDIA DELLA DISCARICA DI
RIFIUTI MESSA ACCANTO
AL SUPERMERCATO
L'ISOLETTA


IL GATTO A GUARDIA DELLA DISCARICA DI
RIFIUTI MESSA ACCANTO
AL SUPERMERCATO
L'ISOLETTA

lA NUOVISSIMA DISCARICA
SULLA NUOVA VIA  CEDUTA DAL COMUNE ALLA
S.I.S. (raddoppio ferroviario)
lA NUOVA STRADA CHE IL COMUNE
HA CEDUTO ALLA S.I.S.
FERITOIE E
TOMBINO
O T T U R A T O
LA NUOVA STRADA CHE IL COMUNE
HA CEDUTO ALLA S.I.S.
FERITOIE E
TOMBINO
O T T U R A T O
STRADA DISSESTATA E FONTE DI PERICOLO
LA NUOVA STRADA CHE IL COMUNE
HA CEDUTO ALLA S.I.S.
FERITOIE E
TOMBINO
O T T U R A T O
STRADA DISSESTATA E FONTE DI PERICOLO
LA NUOVA STRADA CHE IL COMUNE
HA CEDUTO ALLA S.I.S.
FERITOIE E
TOMBINO
O T T U R A T O
STRADA DISSESTATA E FONTE DI PERICOLO
La nuova discarica di Via Falcone
Accanto agli Uffici dell'anagrade a 27 metri
dalla scuola media
a 30 metri dalla nuova scuola materna
La nuova discarica di Via Falcone
Accanto agli Uffici dell'anagrade a 27 metri
dalla scuola media
a 30 metri dalla nuova scuola materna
La meno nuova discarica rifiuti di Via Falcone
Di fronte alla scuola materna La Girandola
a 30  metri dalla scuola media
a 80 metri dalla nuova scuola materna
a 60 metri dal supermercato Ai.Rom
a 45 metri dallo ambulatorio
PEDIATRICO
La meno nuova discarica rifiuti di Via Falcone
Vista civili Abitazioni
Di fronte alla scuola meterna La Girandola
a 30  metri dalla scuola media
a 80 metri dalla nuova scuola materna
a 60 metri dal supermercato Ai.Rom
a 45 metri dallo ambulatorio
PEDIATRICO

DISCARICA RIFIUTI VIA LIBERTA'
A POCHI METRI DALLA PALESTRA
DELL'ASSESSORE
ED AD ALTRETTANTI POCHI METRI
DALLA CASA DELL'ASSESSORE

DISCARICA RIFIUTI VIA LIBERTA'
A POCHI METRI DALLA PALESTRA
DELL'ASSESSORE
ED AD ALTRETTANTI POCHI METRI
DALLA CASA DELL'ASSESSORE
DISCARICA RIFIUTI VIA LIBERTA'
A POCHI METRI DALLA PALESTRA
DELL'ASSESSORE
ED AD ALTRETTANTI POCHI METRI
DALLA CASA DELL'ASSESSORE
QUESTA DISCARICA RIFIUTI VIA LIBERTA'
E' RELATIVAMENTE NUOVA
A POCHI PIU' METRI DALLA PALESTRA
DELL'ASSESSORE
ED A MENO METRI
DALLA CASA DELL'ASSESSORE
COMUNQUE VICINA
AL SUPERMERCATO AI. ROM. ED
A POCHISSIMI METRI DALLA
SCUOLA MEDIA
LA SCUOLA MATERNA LA GIRANDOLA
LA DISCARICA SI DISTANZIA DI QUALCHE
METRO IN PIU'
CENTRO CITTADINO DISCARICA RIFIUTI 









18 ottobre Isola delle Femmine Emergenza Rifiuti

TARSU,ATO PA1,Catanzaro, Siculiana,Agesp,Temporary,Eco Burgus,Gi Groupp s.r.l.,Zuccarello,Cucchiara, Minardi,Giordano, Geraci, PALmuto,Pappagallo,PENNUTO ROSSO,Trade Eco Service.Al.Ta. s.r.l.,

Nessun commento:

Posta un commento