CEMENTIFICI PETCOKE RIFIUTI DIOSSINE INQUINANTI TUMORI
Caricato da isolapulita. - I nuovi video di oggi.
NO ALL'USO DI COMBUSTIBILE CDR PER I CEMENTIFICI
"Per dire NO all'uso del CDR come combustibile nei cementifici basterebbe considerare che la legislazione USA obbliga i cementieri ad indicare sul contenitore se il cemento, in esso contenuto, deriva o no dallo smaltimento di rifiuti". Gli ambientalisti lanciano l'allarme, per un eventuale coinvolgimento dei cementifici dell'isola allo smaltimento di rifiuti, con un comunicato stampa congiunto di Decontaminazione Sicilia, AugustAmbiente, Isola Pulita, Rifiuti Zero Palermo, Rete Rifiuti Zero Messina. "Infatti il cemento, ottenuto con il co-incenerimento di CDR e combustibile fossile, - spiegano le associazioni - diventa pericoloso per la salute a causa dei rilasci dei manufatti con esso realizzati (vedasi il caso del cromo esavalente nel sangue dei lavoratori del tunnel della Manica). Inoltre i cementifici hanno limiti di concentrazioni di inquinanti, autorizzati allo scarico in atmosfera, superiori rispetto agli inceneritori pur avendo un flusso di emissioni maggiore. Alle Associazioni basta solo quanto sopra per dichiararsi assolutamente contrari ad ogni forma di co-incenerimento, anche temporaneo. Al posto della combustione del CDR si propongono i trattamenti a freddo, come TMB o la produzione di sabbia sintetica tipo Vedelago, realizzando così, senza inquinare e senza effetto serra, recupero di materia o non di energia. Dietro l'angolo - concludono le associazioni ambientaliste - ci sono i cementieri di Isola delle Femmine, Porto Empedocle, Ragusa, Catania e di Priolo, che aspettano l'autorizzazione del co-incenerimento del CDR; questo non lo permetteremo e ci opporremo con ogni mezzo democratico contro il tentativo di bruciare CDR nei cementifici". Il Combustibile Derivato dai Rifiuti (CDR) è un combustibile solido triturato secco ottenuto dal trattamento dei rifiuti solidi urbani, raccolto generalmente in blocchi cilindrici denominati ecoballe. Il CDR viene utilizzato per l'incenerimento in appositi impianti inceneritori, che essendo dotati di sistemi di recupero dell'energia prodotta dalla combustione producono elettricità o, assieme, elettricità e calore (cogenerazione). Il CDR può essere bruciato anche in forni industriali di diverso genere non specificamente progettati a questo scopo, come quelli dei cementifici, per i quali può essere un combustibile economicamente vantaggioso.Il 22 dicembre 2008 l'Italia è stata condannata dall'Unione europea, perché il CDR (anche il CDR-Q, la qualità migliore) va considerato non nuovo prodotto ma rifiuto, e deve quindi sottostare alle norme di sicurezza relative.



venerdì 21 giugno 2013

Isola delle Femmine. Gli ex amministratori sono incandidabili, la decisione è del Tribunale di Palermo

 COMUNICATO STAMPA

In data 17.06.2013 il Tribunale di Palermo – Sez I Civile, in composizione collegiale, con propria sentenza, nel dichiarare l’incandidabilità  dell’ex Sindaco di Isola delle Femmine Gaspare Portobello, dei componenti della sua Giunta e di tutti i consiglieri di maggioranza del gruppo “Progetto Isola” dalla prossima tornata elettorale, ha ribadito l’assoluta estraneità dei membri del Movimento Politico “Rinascita Isolana” rispetto alle dinamiche che hanno condotto – nel novembre scorso – il Ministero dell’Interno ad adottare la drammatica decisione di sciogliere l’organo assembleare del Comune, per infiltrazioni mafiose.

Nel prendere atto, ancora una volta, dello sconfortante intreccio tra politica e malaffare, che – stando alle stesse riflessioni, formulate dall’Autorità Giudiziaria – ha caratterizzato Isola delle Femmine negli anni di Amministrazione Portobello, siamo orgogliosi di informare la comunità isolana che è stata ampiamente confermata la fedeltà dell’opposizione consiliare ai valori delle legalità e della giustizia, e sono stati riconosciuti il coraggio ed il doveroso rispetto per le Istituzioni dei rappresentanti di “Rinascit Isolana”.

Ci auguriamo che quest’ennesimo provvedimento – che conferma le preoccupazioni da sempre manifestate dal nostro gruppo, e si inserisce quale ulteriore doloroso passaggio giudiziale,  nel lungo precorso di disvelamento dei lati oscuri della storia locale – costituisca un nuovo punto di partenza per il Paese, affinché tutte le realtà sane che lo compongono possano stringersi attorno ai valori della partecipazione, della trasparenza e della solidarietà e proporre soluzioni moderne e libere, per restituire dignità e prestigio ad Isola delle Femmine.

Movimento Politico “Rinascita Isolana” Isola delle Femmine

Giovedì 20 giugno 2013 

Professore Gaspare Portobello LEI è stato nominato LEI non è candidabile

Dottor Marcello Cutino LEI è stato nominato LEI non è candidabile

Dottor Riso Napoleone LEI è stato nominato LEI non è candidabile

Signor Palazzotto Salvatore LEI è stato nominato LEI non è candidabile

Rag Giucastro Alessandro LEI è stato nominato LEI non è candidabile

Signori della lista “Progetto Isola” siete stati TUTTI nominati VOI TUTTI non siete candidabili


Isola delle Femmine. Gli ex amministratori sono incandidabili, la decisione è del Tribunale di Palermo

La sentenza è il frutto di un procedimento scaturito in seguito allo scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose deciso dal ministero dell'Interno.

La prima sezione civile del Tribunale di Palermo in seduta collegiale ha deciso l'incandidabilità degli ex amministratori di Isola delle Femmine, comune sciolto per mafia lo scorso anno. Analoga decisione è stata presa per i componenti del gruppo di maggioranza del consiglio comunale. Sono candidabili, invece, i rappresentanti consiliari della minoranza. La sentenza è di ieri pomeriggio. La sentenza è il frutto di un procedimento scaturito in seguito allo scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose deciso dal ministero dell'Interno.













AIELLO MARIA,AIELLO PAOLO,BATTAGLIA ROSALIA,CARDINALE,CUTINO MARCELLO,GIUCASTRO,GUTTADAURO,LUCIDO SALVATORE,BOLOGNA, PAL_azzotto,PELOSO,CALTANISETTA,PORTOBELLO,Riso Napoleone,Riso Rosaria

Isola delle Femmine. Gli ex amministratori sono incandidabili, la decisione è del Tribunale di Palermo

Piano Aria Sicilia Appello Deposito 23 5 13 Salvatore Anza Sentenza 5455 12 Del 18 Ott 2012

 


ITALCEMENTI ASSESSORATO TERRITORIO AMBIENTE 17 OTTOBRE 2007 ORE 17 20

italcementi annullata INTERLANDI  la conferenza dei servizi del 17 ott 2007 per il petcoke Giornale di Sicilia 18 ott 2007



Piano Aria Sicilia Appello Deposito 23 5 13 Salvatore Anza Sentenza 5455 12 Del 18 Ott 2012

sabato 15 giugno 2013

Italcementi Group – Aria Fritta


Italcementi


In tanti anni non avrei mai pensato che il cemento dovesse puzzare in modo tale da intasare tutte le vie respiratorie. passi anche il fumo, vizio maledetto, ma aggiungici i solfati stannosi inseriti nei circuiti di produzione all’aria aperta, nei reparti, aggiungi i solfati ferrosi e la silice, mettiamoci pure la loppa e la polvere di gesso, abbiamo fatto il botto. E’ vero il cemento puzza e ammorba l’aria e se non ci sono impianti di depolverazione decenti, a nulla serve girare con una mascherina idonea a trattenere la polvere grossolana, quella minuscola penetra lo stesso. Trieste è un vecchio impianto, ormai giunto quasi alla fine dei suoi giorni, ,a la mia curiosità rimane sempre incentrata sul fatto che i medici del lavoro hanno sempre considerato idonei i dipendenti anche se le condizioni ambientali erano pessime. va da sè che provenivano dalla sede centrale Italcementi di Bergamo, ma un minimo di deontologia professionale. Ambiente si diceva, non solo l’aria, mancanza di idonea illuminazione, vie di sgombero mal segnalate o ingombre di detriti, chiazze d’olio nei reparti, rumore, rumore e ancora rumore. Lavoro da oltre trent’anni e non sono un novellino, sono avvezzo al mondo del manifatturiero, ma quello che ho visto a Trieste in dieci anni mi lascia senza parole, compreso un rappresentante della Cisl che compone le liste da presentare al direttore dei dipendenti da mandare in CIGS in data 13 maggio.

venerdì 14 giugno 2013

Piano Aria Prot. 1777 29 4 2009 La Commissione ispettiva SENZA Relazione Conclusiva Per Prolungata Assenza Per Malattia Di Uno Dei Suoi Componenti e Per Dimissioni Assessore Interlandi Pro Tempore

 

Piano Aria Prot. 1777 29 4 2009 La Commissione ispettiva SENZA Relazione Conclusiva Per Prolungata Assenza Per Malattia Di Uno Dei Suoi Componenti e Per Dimissioni Assessore Interlandi Pro Tempore


Piano Aria Protocollo 1777 29 aprile 2009 La Commissione ispettiva non ha alcuna risonanza Relazione conclusiva per prolungata Assenza per Malattia di Uno dei Suoi Componenti e per dinissioni dell'Assessore (Interlandi) pro tempore

 

Piano Aria Protocollo 1777 29 aprile 2009 La Commissione ispettiva non ha alcuna risonanza Relazione conclusiva per prolungata Assenza per Malattia di Uno dei Suoi Componenti e per dinissioni dell'Assessore (Interlandi) pro tempore

ITALCEMENTI DECRETO AIA 693 18 LUGLIO 20008 ING TOLOMEO PIETRO SANSONE VINCENZO ZUCCARELLO ASSESSORE INTERLANDI M.P.A

IsolaPulita8


ITALCEMENTI DECRETO AIA 693 18 LUGLIO 20008 ING TOLOMEO PIETRO SANSONE VINCENZO ZUCCARELLO ASSESSORE INTERLANDI  M.P.A.

giovedì 13 giugno 2013

TOLOMEO NOMINA SANSONE DIRIGENTE 2 SERVIZIO VIA VAS SOLO DOPO MESI DALLA FIRMA DELL’INCARICO Decreto contratto Sansone

ITALCEMENTI PRESCRIZIONI REVAMPING BAT E FIRMA SANSONE NON ANCORA DIRIGENTE 2 SERVIZIO

 
ITALCEMENTI PRESCRIZIONI REVAMPING BAT E FIRMA SANSONE NON ANCORA DIRIGENTE 2 SERVIZIO

UTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE DEC 693 LUGLIO 2008 PAG 3 1 CAPOVERSO LE CONFERENZE SERVIZI TENUTE PER AIA


 

































AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE DEC 693 LUGLIO 2008 PAG 3 1 CAPOVERSO LE CONFERENZE SERVIZI TENUTE PER AIA

italcementi annullata INTERLANDI la conferenza dei servizi del 17 ott 2007 per il petcoke Giornale di Sicilia 18 ott 2007

Piano Aria Convenzioni stipulate dopo l’approvazione del copiato Convenzione Università ME pagati ex post con le convenzioni.

Piano Aria Convenzioni stipulate dopo l’approvazione del copiato Convenzione Università ME pagati ex post con le convenzioni.

PIANO ARIA REGIONE SICILIA IN DISCUSSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO SICILIA CANALI E ARIA PADANA IL PIANO SMOG COPIATO MALE

PIANO QUALITA ARIA REGIONE SICILIA DA 176-GAB 9 AGOSTO 2007

mercoledì 12 giugno 2013

ARTA SALA CONFERENZA GIOVANI MPA 17 OTT 2007 ORE 16 15 PROTESTANO CONTRO LA CONFERENZA DEI SERVIZI CONCESSIONE PETCOKE ITALCEMENTI

 ARTA SALA CONFERENZA GIOVANI MPA 17 OTT 2007 ORE 16 15 PROTESTANO CONTRO LA CONFERENZA DEI SERVIZI CONCESSIONE PETCOKE ITALCEMENTI

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE DEC 693 LUGLIO 2008 PAG 3 1 CAPOVERSO LE CONFERENZE SERVIZI TENUTE PER AIA

 

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE DEC 693 LUGLIO 2008 PAG 3 1 CAPOVERSO LE CONFERENZE SERVIZI TENUTE PER AIA

ITALCEMENTI PRESCRIZIONI REVAMPING BAT E FIRMA SANSONE NON ANCORA DIRIGENTE 2 SERVIZIO

TOLOMEO NOMINA SANSONE DIRIGENTE 2 SERVIZIO VIA VAS SOLO DOPO MESI DALLA FIRMA DELL’INCARICO Decreto contratto Sansone

ITALCEMENTI PETCOKE Sentenza 1156TAR Pa 1667 2006 19 Aprile 2007 NO PETCOKE 27 8 2004 RICHIESTA AIA DELLA ITALCEMENTI

ITALCEMENTI NO PETCOKE 25 luglio 2006 Assessorato Territorio Ambiente della Regione Sicilia DET DIFFIDA 482383 25 luglio 2006

   

ITALCEMENTI NO PETCOKE 25 luglio 2006 Assessorato Territorio Ambiente della Regione Sicilia DET DIFFIDA 482383 25 luglio 2006

ITALCEMENTI NO PETCOKE RICORSO AL TAR DELLA ITALCEMENTI CONTRO DETERMINA ASSESSORIALE 482383 25 LUGLIO 2006 PAG 5 Modifica

ITALCEMENTI NO PETCOKE RICORSO AL TAR ITALCEMNTI PER REVOCA DETERMINA ASSESSORIALE 482383 25 LUG 2006 CONTRO USO PETCOKE

ITALCEMENTI PET COKE CONFERENZA SERVIZI 17 OTTOBRE 2007 DIFFIDA RICORSO TAR

ITALCEMENTI PET COKE CONFERENZA SERVIZI 17 OTTOBRE 2007 DIFFIDA RICORSO TAR

ITALCEMENTI NON PETCOKE LA CONFERENZA FARSA DEL 4 LUGLIO 2007

ITALCEMENTI PIANO ARIA PROCED 3392 ANZA’ CONTRO CIAMPOLILLO GENCHI AIA PETCOKE COPIA INCOLLA ITALCEMENTI