CEMENTIFICI PETCOKE RIFIUTI DIOSSINE INQUINANTI TUMORI
Caricato da isolapulita. - I nuovi video di oggi.
NO ALL'USO DI COMBUSTIBILE CDR PER I CEMENTIFICI
"Per dire NO all'uso del CDR come combustibile nei cementifici basterebbe considerare che la legislazione USA obbliga i cementieri ad indicare sul contenitore se il cemento, in esso contenuto, deriva o no dallo smaltimento di rifiuti". Gli ambientalisti lanciano l'allarme, per un eventuale coinvolgimento dei cementifici dell'isola allo smaltimento di rifiuti, con un comunicato stampa congiunto di Decontaminazione Sicilia, AugustAmbiente, Isola Pulita, Rifiuti Zero Palermo, Rete Rifiuti Zero Messina. "Infatti il cemento, ottenuto con il co-incenerimento di CDR e combustibile fossile, - spiegano le associazioni - diventa pericoloso per la salute a causa dei rilasci dei manufatti con esso realizzati (vedasi il caso del cromo esavalente nel sangue dei lavoratori del tunnel della Manica). Inoltre i cementifici hanno limiti di concentrazioni di inquinanti, autorizzati allo scarico in atmosfera, superiori rispetto agli inceneritori pur avendo un flusso di emissioni maggiore. Alle Associazioni basta solo quanto sopra per dichiararsi assolutamente contrari ad ogni forma di co-incenerimento, anche temporaneo. Al posto della combustione del CDR si propongono i trattamenti a freddo, come TMB o la produzione di sabbia sintetica tipo Vedelago, realizzando così, senza inquinare e senza effetto serra, recupero di materia o non di energia. Dietro l'angolo - concludono le associazioni ambientaliste - ci sono i cementieri di Isola delle Femmine, Porto Empedocle, Ragusa, Catania e di Priolo, che aspettano l'autorizzazione del co-incenerimento del CDR; questo non lo permetteremo e ci opporremo con ogni mezzo democratico contro il tentativo di bruciare CDR nei cementifici". Il Combustibile Derivato dai Rifiuti (CDR) è un combustibile solido triturato secco ottenuto dal trattamento dei rifiuti solidi urbani, raccolto generalmente in blocchi cilindrici denominati ecoballe. Il CDR viene utilizzato per l'incenerimento in appositi impianti inceneritori, che essendo dotati di sistemi di recupero dell'energia prodotta dalla combustione producono elettricità o, assieme, elettricità e calore (cogenerazione). Il CDR può essere bruciato anche in forni industriali di diverso genere non specificamente progettati a questo scopo, come quelli dei cementifici, per i quali può essere un combustibile economicamente vantaggioso.Il 22 dicembre 2008 l'Italia è stata condannata dall'Unione europea, perché il CDR (anche il CDR-Q, la qualità migliore) va considerato non nuovo prodotto ma rifiuto, e deve quindi sottostare alle norme di sicurezza relative.



sabato 19 luglio 2014

ITALCEMENTI 2008 25 E 26 SETTEMBRE Isola Delle Femmine Relazione Misure Rumore Sett 2008

ITALCEMENTI 2008 25 E 26 SETTEMBRE Isola Delle Femmine Relazione Misure Rumore Sett 2008




GENCHI RIMOSSO E REINTEGRATO FALK ARMAO BRUCIATORI TERMOVALORIZZATORI LOMBARDO CUFFARO BELLOLAMPO




Nuovo maxi trasferimento alla Regione siciliana. Questa volta, il provvedimento del governatore Rosario Crocetta, colpisce una novantina tra dirigenti e funzionari dell’assessorato all’Ambiente e Territorio, dove la giunta ha scoperto migliaia di pratiche e autorizzazioni bloccate da tempo con “ritardi inspiegabili”.

“Per sbloccare le pratiche all’assessorato regionale al Territorio e ambiente bisognava pagare”. Lo ha rivelato il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, incontrando i giornalisti, a Gela, in occasione della presentazione delle liste che sosterrà: la sua, il “Megafono”, al Senato, e quella del Pd alla Camera. “Ce ne volevano di soldi”, ha detto in dialetto Crocetta, in un posto dove “la corruzione l’ha fatta da padrona in questi anni”.

“Così è stato nel caso di un funzionario del Dipartimento ambiente – riferisce l’assessore Lo Bello – che subito dopo aver presieduto una conferenza di servizi che procedeva al rilascio dell’autorizzazione, e’ diventato proprietario di un’automobile acquistata presso una concessionaria del novarese, il cui amministratore delegato risulta essere anche l’amministratore delegato della società alla quale era stata rilasciata l’autorizzazione, autorizzazione che poi il Tar, con due diverse sentenze nel 2012, ha annullato”.

Arpa 2008 2 Dicembre Sopralluogo Verbale Campionamento




Ieri parlavamo della Italcementi, 

DOPO UN Mese di Manutenzione, 

Finalmente ha ripreso alla grande ANZI CHE DICO ALLA "grandissima" 

A "TUTTO FUMO E inquinanti" 

FINALMENTE I NOSTRI POLMONI POSSONO Respirare Profondamente 

PER CHI CI RIESCE Pazienza SE LE NOSTRE vie aeree diventano Più Spesse e SI GONFIANO Pazienza SE LE NOSTRE vie aeree producono muco ostruisce il Che Il Respiro, niente preoccupazione Tanto LO ESPELLIAMO tossendo. Pazienza SE I Muscoli Che circondano le Nostre vie aeree le comprimono. Pazienza SE I NOSTRI polmoni SI riempiono Troppo e sc dilatano. pazienza pazienza pazienza e pazienza Ancora compensare Che IN CAMBIO LA ITALCEMENTI CREA ECONOMIA NEL PAESE E 'VERO CI SONO ALCUNI CITTADINI SCRITERIATI DI ISOLA DELLE FEMMINE POCO RICONOSCENTI PER CIO' CHE LA ITALCEMENTI RAPPRESENTA PER LA NOSTRA Cittadinanza: MIGLIAIA DI POSTI DI LAVORO E Non Solo la ITALCEMENTI RAPPRESENTA UN FUTURO SICURO PER I NOSTRI FIGLI. Pazienza SE Sempre piu 'rinforzate Spesso sentiamo di Nostri compaesani "aggrediti" da forme tumorali e da neoplasie in fondo non ê Certo la Italcementi la Responsabile anzi alla Italcementi 

E Tutto Sotto Controllo

Tutto alla Italcementi di posta perfettamente in REGOLA. 

Purtroppo Sono ALTRE Le Fonti di Inquinamento a Isola delle Femmine per Esempio Prendi l'autostrada Quante Macchine l'attraversano Durante Il Giorno? 

E poi Perché non Parlare dei fumatori Che inquinano e sc autoinquinano? 

!! Dico una Quei scriteriati Cittadini (per fortuna Sono pochissimi) Visto Che non CI AVETE Fatto tariffa la torre alta 100 metri almeno Lasciate Tranquilla La Nostra azienda.di Che cio tariffa ' vuole ma SOPRATTUTTO vuole venire. 

Nessun commento:

Posta un commento